Strategia di Sviluppo Network dell’Aeroporto di Venezia

Introduzione

L’Aeroporto di Venezia intende proseguire il percorso di crescita degli ultimi anni; in particolare intende sostenere lo sviluppo del traffico passeggeri attraverso il lancio di nuove rotte o il potenziamento di rotte attualmente fortemente sotto-servite, nonché lo sviluppo del traffico aereo merci.

Questo, coerentemente con le priorità strategiche che sono:

  • sviluppo dei flussi di traffico intercontinentale passeggeri;
  • miglioramento della connettività complessiva dell’aeroporto e della capillarità del network offerto al territorio;
  • destagionalizzazione del traffico;
  • sviluppo dei flussi di traffico passeggeri domestici, con particolare interesse alle destinazioni minori;
  • sviluppo del traffico aereo merci di tipologia all-cargo.

Definizioni e Criteri

Per nuova rotta si intende una rotta non operata nelle due stagioni IATA precedenti, meglio identificata nelle seguenti 4 tipologie di direttrici:

  • long haul (rotte >2500nm): a titolo indicativo e non esaustivo questa categoria comprende Chicago, Washington, Miami, Boston, San Paolo, Rio de Janeiro, Johannesburg, Delhi, Bangkok, Beijing, Shanghai, Tokyo, Hong Kong, Seoul, Singapore, Addis Abeba, Dakar, Capo Verde;
  • medium haul (rotte comprese tra 1200nm e 2500nm): a titolo indicativo e non esaustivo questa categoria comprende St Petersburg, Canary Island, Marrakech, Cairo, Amman, Beyrut, Reykjavick, Abu Dhabi;
  • short haul (rotte inferiori a 1200nm): a titolo indicativo e non esaustivo questa categoria comprende Kiev, Warsaw, Krakow, Gdansk, Budapest, Bucharest, Belgrade, Sofija, Skopje, Pristina, Izmir, Antalya, Porto, Malaga, Minorca, Southampton, Liverpool;
  • destinazioni domestiche minori: a titolo indicativo e non esaustivo questa categoria comprende Lamezia Terme, Crotone, Alghero, Comiso.

Per rotta sotto-servita si intende:

  • una rotta già operata in cui un vettore esprima la volontà di incrementare l’esistente capacità (calcolata sulle due precedenti stagioni IATA consecutive) del 200%;
  • una rotta tradizionalmente stagionale in cui un vettore esprima la volontà di destagionalizzare l’offerta;
  • un collegamento al proprio hub di riferimento grazie al quale il vettore, attraverso l’incremento di capacità, contribuisca al miglioramento della connettività dell’Aeroporto di Venezia;
  • una rotta in cui il vettore operante incrementi significativamente la capacità attraverso un aumento della dimensione media dell’aeromobile.

Per traffico aereo merci si intende:

un collegamento aereo di linea merci, operato da vettori all-cargo, in forma continuativa annuale verso gli hub internazionali di riferimento, inteso a migliorare, da un punto di vista logistico, l’interconnessione del territorio con i mercati mondiali. Ai fini della presente strategia di sviluppo network, è richiesto un minimo di 200 collegamenti di linea merci su base annuale, ed un volume minimo di merce annuale trasportata per via aerea pari a 9.000.000 chilogrammi, sia essa in importazione ed esportazione, con specifica esclusione del traffico aviocamionato.

Forme di Supporto

Le forme di supporto di seguito descritte vengono definite rispettando i parametri di oggettività, trasparenza, temporaneità e non discriminazione, nel pieno rispetto delle guideline emesse dalla Commissione Europea in materia di aiuti di stato ad aeroporti e compagnie aeree.

Supporto allo Sviluppo di Nuove Rotte

Il supporto alle nuove rotte avverrà attraverso contributi di marketing proporzionali all’entità delle rotte, al numero di frequenze effettivamente operate, alla dimensione dell’aeromobile utilizzato e all’effettiva operatività in caso di prodotto stagionale.
Il supporto avrà inoltre carattere di temporaneità; in caso di durata pluriennale l’incentivo sarà decrescente nel tempo.

Supporto allo Sviluppo di Rotte Sotto-servite

Le rotte sotto-servite godranno di parametri d’incentivazione analoghi allo sviluppo di nuove rotte, ma ridotti nell’entità, allo scopo di riconoscere la minor valenza strategica di una rotta sotto-servita rispetto a una nuova rotta.

Relativamente alle rotte sotto-servite si precisa che:

  • in caso di incremento di oltre il 200% della capacità esistente, verrà incentivato il traffico addizionale fino ad un massimo di 7 frequenze settimanali
  • in caso di destagionalizzazione, verrà incentivata l’attività addizionale della stagione IATA precedentemente non operata (tipicamente la Winter season)
  • nel caso di incremento della dimensione media dell’aeromobile, l’incentivo insisterà sulla capacità addizionale che il nuovo aeromobile utilizzato offrirà rispetto al precedente. 

Supporto allo Sviluppo del Traffico Aereo Merci

Il supporto per lo sviluppo del traffico aereo merci di tipo all-cargo avverrà attraverso contributi di marketing basati su un importo definito per chilogrammo di merce movimentata. Il supporto avrà inoltre carattere di temporaneità; in caso di durata pluriennale l’incentivo sarà decrescente nel tempo.

Supporto in Caso Piani di Sviluppo Pluriennali Condivisi

Per vettori di linea in grado di condividere con l’Aeroporto di Venezia piani di sviluppo traffico pluriennali che prevedano il raggiungimento di almeno un milione di passeggeri e contemporaneamente la presenza di almeno dieci destinazioni caratterizzate da traffico point-to-point, evidenziando così la capacità di contribuire alla crescita effettiva dei volumi ed alla capillarità del network dell’aeroporto, è previsto un programma d’incentivo basato su un importo definito per passeggero in partenza.

Ulteriori Forme di Supporto

L’Aeroporto di Venezia, in materia di programmi d’incentivazione, considera fondamentale il concetto di libera iniziativa imprenditoriale e pertanto si riserva il diritto di valutare ulteriori forme d’incentivazione e co-marketing a favore di vettori impegnati ad investire sul Marco Polo con collegamenti ritenuti strategici per la crescita e la sostenibilità economica dello scalo.

Manifestazione d’interesse

I vettori interessati dovranno inviare il proprio programma di sviluppo alla Direzione Commerciale & Marketing Aviation, presso l’indirizzo di posta elettronica marketing@veniceairport.it

*****

Condizioni

Qualunque contributo di marketing oggetto di questa policy sarà condizionato al rispetto da parte dei vettori delle tempistiche di pagamento delle tariffe aeroportuali.

L’incentivo verrà erogato al termine di ogni stagione IATA; rappresenta condizione necessaria per l’erogazione del contributo il fatto che il vettore operi per una parte significativa della stagione IATA di riferimento (quattro mesi per la Summer season e tre mesi per la Winter season).

Nel caso in cui entro un mese dalla data di pubblicazione del presente programma si presenti più di un vettore interessato alla stessa rotta, gli incentivi verranno garantiti a tutti i vettori che ne abbiano fatto richiesta.

Nel caso in cui entro un mese dalla data di pubblicazione del presente programma non si presenti nessun vettore su una specifica rotta, l’aeroporto si riterrà libero di negoziare direttamente con il vettore che successivamente a tale data dovesse manifestare interesse ad operare una specifica rotta.

Relativamente alle direttrici di long haul, l’incentivo sarà condizionato alla condivisione di un business plan pluriennale (tre anni); il business plan non dovrà essere presentato qualora:

  • il vettore richiedente sia il vettore di riferimento per l’hub di destinazione;
  • il vettore richiedente appartenga alla stessa alleanza e operi in code share con il vettore di riferimento per l’hub di destinazione.

Hai lasciato inutilizzato il tuo pc?

Con questo screensaver abbiamo permesso al tuo monitor
di ridurre i consumi di energia

Clicca in qualsiasi punto per riprendere la navigazione