ZTC – ZONA A TRAFFICO CONTROLLATO

Istituita presso l’Aeroporto Marco Polo di Venezia con Ordinanza ENAC n.16/2018 del 4/9/2018

Con l’ordinanza nr. 16/2018 del 4/9/2018, efficace dal 01.10.2018, ENAC ha istituito una Zona a Traffico Controllato (in breve: ZTC) sul sedime dell’Aeroporto Marco Polo di Venezia. In base a tale Ordinanza, tutti i veicoli che entreranno in Aeroporto dovranno impegnare la viabilità per un tempo massimo di 7’ (sette minuti) entro il quale dovranno:

  • entrare in uno dei parcheggi dell’Aeroporto, che sono esclusi dalla validità della ZTC (tecnicamente i varchi di ingresso ai parcheggi sono varchi di uscita dalla ZTC);
  • uscire dalla ZTC senza entrare nei parcheggi

Di seguito si riporta la mappa dell’area ZTC, con indicazione dei varchi di ingresso e di uscita.

SCARICA LA MAPPA DELL'AREA ZTC IN PDF

RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO ZTC (riservato fornitori e operatori aeroportuali)

 

Cosa è e come funzionerà la ZTC?

La Zona a Traffico Controllato è un’area di viabilità all’interno della quale è consentito, ai sensi della Legge 33/2012, permanere per un tempo limitato. La gestione della viabilità e delle relative sanzioni è in capo alle Forze dell’Ordine a ciò preposte.

Per l’Aeroporto di Venezia tale tempo limitato è stato fissato in sette minuti, sulla base di studi viabilistici e stress test redatti nei mesi di maggior traffico aeroportuale.

La ZTC può essere controllata dalle Forze dell’Ordine anche con sistemi di rilevazione automatica del tempo di permanenza tramite telecamere che rilevano la targa del veicolo in transito confrontando data e ora di ingresso e data e ora di uscita, calcolando così il tempo di permanenza all’interno della ZTC.

Perché è stata istituita una ZTC?

Le crescenti esigenze in materia di sicurezza dei siti sensibili come gli Aeroporti, hanno indotto ad adottare provvedimenti che riducano sensibilmente la congestione delle arterie viarie interne al sedime aeroportuale. Ciò anche in considerazione del crescente numero di passeggeri e delle attività di cantiere che interessano lo scalo.

Inoltre, si è reso necessario migliorare le condizioni di accessibilità all’aeroporto, garantendo la sicurezza dell’utenza e l’ordinato flusso veicolare, anche in ragione delle frequenti rilevate infrazioni al Codice della Strada (come ad esempio i numerosi casi di sosta vietata lungo la viabilità), che richiedono altresì un dispendioso e costante controllo da parte delle Forze dell’Ordine.

Dove sono ubicati i varchi della ZTC?

I varchi di ingresso e uscita dalla ZTC sono consultabili sulla mappa. È importante sapere che entrando in qualsiasi parcheggio dell’Aeroporto si uscirà automaticamente dalla ZTC e si potranno effettuare le operazioni di carico/scarico passeggeri e bagagli in sicurezza.

Cosa succede in caso di permanenza superiore al limite di 7’? 

Qualora il sistema rilevi un tempo di permanenza all’interno della ZTC superiore a 7’, le Forze di Polizia potranno emettere contravvenzione ai sensi dell’art.1 comma 3 della Legge n. 33 del 22 Marzo 2012, di importo pari ad una somma da euro 38 a euro 156 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 81 a euro 321 per i restanti veicoli.

L’Aeroporto di Venezia – la SAVE Spa o qualsiasi società del Gruppo SAVE - non ha alcuna potestà/possibilità di emettere sanzioni, di conoscere i dati di transito e permanenza dei veicoli nella ZTC, né le targhe dei mezzi transitati, di alterare le modalità e tempistiche di rilevazione dei tempi di permanenza nella ZTC. né tantomeno di consultare/cancellare/emendare le sanzioni, non occupandosi della gestione di tale sistema.

Chi incassa i proventi delle sanzioni amministrative?

L’intero importo delle sanzioni emesse è incamerato dall’Ente che emette la sanzione per tramite delle proprie Forze di Polizia (non quindi da SAVE né da ENAC). 

Chi accede ai dati immagazzinati dal sistema?

I dati relativi ai transiti e alle targhe immagazzinati nei database al servizio del sistema di rilevazione delle infrazioni ZTC sono accessibili esclusivamente alle Forze dell’Ordine.

Cosa succede in caso di rallentamenti o blocchi della viabilità?

Qualora per qualsiasi motivo si dovesse registrare un forte rallentamento alla fluidità del traffico all’interno della ZTC (es: tamponamento, trasporti eccezionali, lavori in corso che rallentino il traffico, etc.), il sistema sarà disattivato e, di conseguenza, non saranno elevate sanzioni, fino al ripristino di una normale situazione di traffico.

Cosa posso fare se ritengo di aver ricevuto una multa non corretta?

Come per tutte le sanzioni amministrative è possibile proporre ricorso presso il Prefetto o presso il Giudice di Pace competente.

Quando entrerà in vigore la ZTC?

L’Ordinanza ENAC di istituzione della ZTC entra in vigore il giorno 1/10/2018.

Sono previsti dei minuti gratuiti di sosta nei parcheggi per effettuare il carico scarico dei passeggeri/bagagli?

Alcuni parcheggi prevedono una gratuità della sosta per i primi 10 minuti dall’ingresso al parcheggio (consultare i parcheggi che dispongono di tale gratuità sul sito web veniceairport.it o all’ingresso del parcheggio).

Si ricorda che nel parcheggio “Sosta Breve” e nel parcheggio “SpeedyPark” l’ingresso con franchigia di gratuità di cui sopra è consentito fino ad un massimo cumulativo di tre accessi al giorno da parte del medesimo veicolo.

Cosa cambia per i passeggeri che arrivano in aeroporto con la propria auto?

I passeggeri che arrivano in aeroporto con la propria auto dovranno accedere all’area di sosta prescelta o prenotata entro i 7’ previsti dalla ZTC.

Una volta terminata la sosta ed usciti dal parcheggio, occorrerà raggiungere l’uscita dalla ZTC entro 7’.

Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato.

Cosa cambia per gli accompagnatori?

Come detto sopra, il Parcheggio “Sosta Breve” fronte Terminal dedicato principalmente al carico e scarico veloce dei passeggeri e bagagli, prevede una gratuità della sosta per i primi 10 minuti dall’ingresso al parcheggio.

Si ricorda che il parcheggio “Sosta Breve” prevede una tariffazione maggiorata e senza gratuità della sosta a partire dal quarto passaggio dello stesso veicolo nell’arco della medesima giornata.

In particolare, quindi, gli accompagnatori interessati al solo carico/scarico di passeggeri, una volta superato il portale di ingresso alla ZTC, potranno, ad esempio, entrare nel Parcheggio “Sosta Breve” entro 7’. In tale parcheggio, come sopra specificato, avranno a disposizione 10’ gratuiti per effettuare le operazioni di carico/scarico passeggeri e bagagli.

Gli accompagnatori dovranno, pertanto, evitare l’attesa lungo le strade interne alla ZTC, dove, comunque, già vige il divieto di sosta e fermata.

Una volta terminata la sosta, ed usciti dal parcheggio, occorrerà raggiungere l’uscita dalla ZTC entro 7’.

Cosa cambia per i PRM – Passeggeri a Ridotta Mobilità e per i soggetti con disabilità?

Per i PRM e per i soggetti con disabilità, siano essi passeggeri o accompagnatori e siano essi provvisti o meno del contrassegno di cui ai DPR 16 dicembre 1992 n. 495 e DPR n. 151 del 30 luglio 2012, valgono le stesse considerazioni di cui ai punti precedenti, essendo, i parcheggi aperti al pubblico, dotati di posti auto a loro dedicati, come da normativa vigente in materia.

Cosa cambia per i clienti della stazione di rifornimento Tamoil?

La stazione di rifornimento Tamoil, presente all'interno dell'Aeroporto, si trova in un'area esterna alla ZTC (come evidente consultando la mappa); pertanto non esiste alcun vincolo di tempo per coloro i quali effettueranno un rifornimento o un lavaggio dell'auto. 

Cosa cambia per i taxi?

Tutti i taxi titolati all’accesso alle aree di sosta riservate del Terminal Arrivi/Partenze dovranno continuare, come sempre, a raggiungere l’area di attesa o di scarico passeggeri a loro destinata; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerla entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso.

Per i taxi non subconcessionari di SAVE in attesa della propria clientela, sono riservate delle aree di sosta fuori dalla ZTC.

Cosa cambia per gli NCC?

Tutti gli NCC titolari di contratto di sub-concessione dovranno continuare, come sempre, a raggiungere le aree di attesa (es: park polmone al P5) e/o di carico/scarico a loro destinate; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerle entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso.

Per gli NCC non subconcessionari di SAVE o in attesa della propria clientela, sono riservate delle aree di sosta fuori dalla ZTC.

Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato.

Cosa cambia per i Bus?

Sia i bus autorizzati ad accedere alla corsia fronte Terminal , sia i bus che utilizzano il parcheggio “P Bus“ dovranno continuare, come sempre, a raggiungere le suddette aree; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà raggiungerle entro 7’, tempo ampiamente sufficiente anche in condizioni di traffico molto intenso.

Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato.

Cosa cambia per le auto a noleggio?

I passeggeri che ritirano un’auto a noleggio avranno a disposizione 7’, una volta usciti dal parcheggio dedicato (dove hanno ritirato l’auto) per uscire dalla ZTC.

I passeggeri che consegnano un’auto a noleggio, una volta entrati in ZTC, avranno a disposizione 7’ per raggiungere il parcheggio dedicato (dove devono consegnare l’auto).

Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato.

Cosa cambia per gli operatori aeroportuali?

Tutti gli operatori aeroportuali dovranno continuare, come sempre, a raggiungere il parcheggio a loro destinato; l’unica novità rispetto al passato è che occorrerà entrare nel parcheggio entro 7’, tempo ampiamente sufficiente a raggiungere qualsiasi parcheggio anche in condizioni di traffico molto intenso.

Si ribadisce che, in caso di rallentamenti della viabilità tali da rendere non possibile il rispetto del limite dei 7’, il sistema sarà disabilitato.

Qualora l’operatore aeroportuale necessiti di permanere in viabilità con un proprio automezzo per un tempo superiore ai 7 minuti dovrà preventivamente o fino a 72 ore dopo il transito, accreditarsi compilando il form sottostante (RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO ZTC), allegando i documenti richiesti.

Cosa cambia per i fornitori?

I fornitori che, per l’esecuzione dell’attività, utilizzeranno le aree di parcheggio dell’Aeroporto, dovranno raggiungere le predette aree entro 7’.

Quelli che, invece, per la particolare natura dell’attività hanno necessità di permanere in viabilità (es: attività manutentive) dovranno, preventivamente o fino a 72 ore dopo il transito, accreditarsi compilando il form sottostante (RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO ZTC), allegando i documenti richiesti. 

Contatti

Per ogni info scrivere a ztc@veniceairport.it

Hai lasciato inutilizzato il tuo pc?

Con questo screensaver abbiamo permesso al tuo monitor
di ridurre i consumi di energia

Clicca in qualsiasi punto per riprendere la navigazione